Delitto Neruda

di Roberto Ippolito

E se Pablo Neruda fosse stato assassinato dal regime di Pinochet?

#LaValigiaRestaACasa di questa settimana ripercorre le tappe fondamentali della vita e della morte del grande poeta cileno in un libro che è una vera e propria inchiesta raccontata come un romanzo noir da Chiarelettere.

Siamo in Cile nel 1973 dove il colpo di stato delle forze armate guidate da Pinochet rovescia il governo legittimo di Salvador Allende instaurando una violenta dittatura.

Per quasi un ventennio, migliaia saranno le vittime, le persone torturate e quelle scomparse nel nulla. In questo clima di terrore persino la Poesia viene considerata sovversiva: la casa di Neruda viene devastata, i suoi libri bruciati. Alcuni giorni dopo il premio Nobel per la letteratura muore in un ospedale di Santiago. Ma troppi misteri avvolgono la sua fine.

Roberto Ippolito ricostruisce nei minimi dettagli, utilizzando svariati documenti e fonti, quei drammatici giorni che potete leggere scaricando l’ebook qui.

#Restiamoacasa ma restiamo in contatto!