Decreto Natale: le novità dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021

Sintesi delle novità contenute nel DPCM 18.12.2020

Il Decreto adottato dal Presidente del Consiglio il 18 dicembre 2020 vieta dal 21 dicembre 2020 lo spostamento tra Regioni, anche se verso la seconda casa. Nei giorni festivi e prefestivi dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 il Governo consente solo gli spostamenti indispensabili (lavoro, salute, necessità, rientro al domicilio) ma consente di far visita ad amici e parenti (con limiti nel numero di persone) purché all'interno della propria Regione. Una deroga viene concessa ai Comuni con popolazione fino a 5.000 abitanti: qui sarà possibile spostarsi fuori Comune nei giorni 28-29-30 dicembre e 4 gennaio, fino ad una distanza massima di 30 km e purché non ci si rechi nel capoluogo di provincia. Alcune attività potranno rimanere aperte anche nei giorni festivi e prefestivi (supermercati, farmacie, edicole, librerie, parrucchieri, barbieri, lavanderie), altre invece potranno lavorare solo per asporto (fino alle 22.00) e consegna a domicilio (senza limitazioni). E' consentita l'attività motoria nei pressi dell'abitazione ed anche quella sportiva, purché svolta individualmente.

Attenzione: fino al 23 dicembre 2020 resta in vigore l'ordinanza adottata dal Presidente della Regione Veneto n. 169/2020 che, di fatto, vieta gli spostamenti non necessari fuori Comune dopo le ore 14.00.

 

Estratto dal Decreto 18.12.2020, c.d. "Decreto Natale". Il testo integrale è pubblicato in Gazzetta Ufficiale Serie Generale n. 313.

Nei giorni  festivi e prefestivi compresi tra il 24 dicembre 2020 e il 6  gennaio  2021:
sull'intero territorio  nazionale si applicano le misure di cui
all'articolo 3 del decreto del Presidente del Consiglio dei  ministri
3 dicembre 2020
;

Nei giorni 28, 29, 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021:
i applicano le misure di cui all'articolo 2 del medesimo decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 3 dicembre 2020, ma sono altresì consentiti gli spostamenti dai Comuni con  popolazione non superiore a 5.000 abitanti e per una distanza non superiore a 30 Km dai relativi confini, con esclusione in ogni caso degli spostamenti verso i capoluoghi di provincia.

Durante i giorni compresi tra il 24 dicembre 2020e il 6 gennaio 2021
è altresì consentito lo spostamento verso una sola abitazione privata, ubicata nella medesima Regione, una sola volta al giorno, in un arco
temporale compreso fra le ore 05,00 e le ore 22,00, e nei limiti di due persone, ulteriori rispetto a quelle ivi già conviventi, oltre ai minori di anni 14 sui quali tali persone esercitino la potestà genitoriale e alle persone disabili o non autosufficienti conviventi.
 

Nei giorni prefestivi e festivi tra il 24 dicembre 2020 e il 6 gennio 2021
restano ferme, per quanto non previsto nel presente decreto, le misure adottate con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri ai sensi dell'articolo 2, comma 1, del decreto-legge 25  marzo 2020, n. 19, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 maggio 2020, n. 35.