I rapporti con le scuole

Il CCdR e le scuole

Il CCdR, eletto da tutte le scuole del territorio, si pone come trait d’union tra l’Amministrazione comunale, con cui la collaborazione è indispensabile per sostenere l’organizzazione e realizzare i progetti, e le scuole di Martellago, luoghi in cui si incontrano e si confrontano tutti i cittadini più giovani.

Il contributo delle scuole

I contributi che arrivano dalle scuole sono più facilmente utilizzabili e rispondono meglio allo spirito del CCdR quando:

  • sono frutto di un’elaborazione della classe o di un gruppo di classi, quindi sono stati "filtrati" attraverso un dibattito e un’operazione di confronto e di selezione;
  • contengono l’indicazione di un tema da affrontare in quanto ritenuto importante e significativo da molte persone;
  • individuano bisogni sentiti effettivamente dai bambini/e di una scuola e non "indotti" dagli adulti o dai media;
  • possono configurarsi in progetti realizzabili tramite il contributo dei bambini/e del territorio, con la loro collaborazione in prima persona;
  • non si limitano a segnalazioni e richieste di interventi specifici da attuare negli edifici scolastici o nel territorio (il CCdR non è un buon tramite per tali segnalazioni, che possono essere fatte, invece, direttamente dalla scuole all’Amministrazione);
  • non sono troppo generiche (es.: "vorrei più piste ciclabili",….)
  • tengono conto della fattibilità ( limiti di spesa, risorse, ecc.)

L'organizzazione all'interno delle scuole

Il collegamento costante tra il CCdR e le scuole (candidature ed elezioni, contributi delle scuole per sostenere il lavoro del CCdR, informazione da parte dei consiglieri sulle attività, organizzazione e gestione di incontri di scuola dei consiglieri in orario scolastico, partecipazione ad iniziative) rende sempre più necessario trovare forme organizzative che permettano di rispondere a tali esigenze.

Concretamente si tratta di prevedere tempi in cui sia possibile, per gli alunni/e:

  • ascoltare il resoconto dei consiglieri sulle sedute del CCdR;
  • riunirsi in assemblea per discutere sui temi affrontati dal CCdR ed elaborare, eventualmente, delle proposte;
  • discutere sulla eventuale partecipazione ad iniziative;
  • produrre i propri contributi.