Bonus facciate

Un nuovo sconto fiscale che consente di recuperare il 90% dell'importo speso quest'anno per realizzare interventi di recupero o restauro della facciata esterna di edifici esistenti

Il “bonus facciate” è il nuovo sconto fiscale che consente di recuperare il 90% dell'importo speso nel 2020 per la realizzazione di interventi di recupero o restauro della facciata esterna di edifici esistenti, di qualsiasi categoria catastale, compresi quelli strumentali.

Il bonus, che non impone limite massimo di spesa, può essere usufruito da inquilini e proprietari, residenti e non residenti nel territorio dello Stato, persone fisiche e imprese. Gli immobili devono trovarsi nelle zone A e B (indicate nel decreto ministeriale n.1444/1968) o in zone a queste assimilabili in base alla normativa regionale ed ai regolamenti edilizi comunali.

Sono agevolabili i lavori realizzati per il rinnovamento e il consolidamento della facciata esterna, inclusa la semplice pulitura e tinteggiatura, e gli interventi su balconi, ornamenti e fregi. Beneficiano della detrazione anche i lavori sulle grondaie e i pluviali, su parapetti e cornici. Sono comprese anche le spese correlate quali: installazione dei ponteggi, smaltimento dei materiali, Iva, imposta di bollo, diritti pagati per la richiesta di titoli abitativi edilizi, tassa per l’occupazione del suolo pubblico.

 

Per ogni informazione:

Nel sito web dell'Agenzia delle Entrate troverete una guida completa per richiedere il "bonus facciate".