Alloggi PEEP - esercizio diritto di prelazione su proposta cessione/locazione

Titolo del procedimento
Esercizio del diritto di prelazione su proposta di cessione o locazione di alloggio in area PEEP


Descrizione del procedimento
Quando gli assegnatari di alloggio in area PEEP vogliono cedere o locare l’alloggio, devono preventivamente chiedere al Comune se intende esercitare o rinunciare al diritto di prelazione previsto dalla convenzione.


Fonti normative di riferimento
Art. 35 della legge 22.10.71 n. 865 e convenzioni specifiche


Ufficio responsabile del procedimento
Settore Assetto del Territorio - Servizio Urbanistica - S.I.T. (Sede e recapiti: consultare la sezione Uffici e Servizi)


Responsabile del procedimento/istruttoria
Responsabile del Settore Assetto del Territorio (Sede e recapiti: consultare la sezione Uffici e Servizi)


Responsabile dell'adozione del provvedimento finale
Responsabile del Settore Assetto del Territorio 


Soggetto al quale rivolgersi in caso di inerzia
Con Deliberazione di Giunta Comunale n. 63 del 28.2.2013 il potere sostitutivo in caso di inerzia, ai sensi e per gli effetti dell’art. 2 della legge n. 241/1990, è esercitato dal Segretario Generale del Comune di Martellago al quale andrà inoltrata apposita istanza di richiesta di attivazione del potere sostitutivo (Sede e recapiti del Segretario Generale: consultare la sezione Uffici e Servizi)


Strumenti di tutela in favore dell'interessato
Gli strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale, riconosciuti dalla legge in favore dell'interessato, nel corso del procedimento e nei confronti del provvedimento finale, ovvero nei casi di adozione del provvedimento oltre il termine predeterminato per la sua conclusione, ed i modi per attivarli sono i seguenti:

contro il provvedimento gli interessati possono proporre ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale Veneto entro 60 giorni dalla notifica dell'atto, come previsto dall'art. 29 del D. Lgs. n. 104/2010, oppure ricorso straordinario al Presidente della Repubblica entro 120 giorni dalla notifica dello stesso, come previsto dagli artt. 8 e 9 del D.P.R. 24 novembre 1971, n. 1199.


Termine del procedimento
30 giorni dalla data di presentazione dell'istanza al Protocollo Generale.


Requisiti per il rilascio del provvedimento finale
Essere titolari di alloggi soggetti a convenzione che prevede il diritto di prelazione a favore del Comune, in caso di vendita del bene.


Documentazione richiesta per il rilascio del provvedimento
- n. 1 copia dell’atto di proprietà dell’immobile;
- planimetrie catastali;
- tabelle millesimali.


Avvio del procedimento
Di parte


Tipo di parere o di valutazione tecnica
Obbligatorio


Sospensione del procedimento
Ai sensi dell’art. 10, comma 3 del regolamento comunale “Regolamento di disciplina dell’azione amministrativa e del diritto di accesso" (disponibile nella sezione Regolamenti)


Validità del provedimento
Temporanea


Silenzio/assenso
No


Modulistica
L'istanza è disponibile nella Sezione Modulistica

Il fac-simile per l'eventuale produzione di autocertificazioni è disponibile nella sezione Modulistica


Diritti di segreteria, bolli, tariffe
Se viene richiesto il conteggio del prezzo massimo di vendita/canone di locazione è necessario corrispondere i diritti di segreteria di € 30,00.


Per informazioni
Settore Assetto del Territorio - Servizio Urbanistica e SIT
Per contatti, recapiti e orari consultare la sezione Uffici e Servizi