Giornata del Ricordo

feb 9.

In occasione del Giorno del Ricordo, il celebre doppiatore Luca Violini ci racconterà la storia dolorosa e a lungo dimentica delle Foibe, proponendo lo spettacolo di RadioTeatro "Quell'enorme lapide bianca", in memoria della tragedia delle genti Istriane, Fiumane, Giuliane e Dalmate.

Data
9 febbraio 20202020-02-09T06:15:00
Ora
18.15 2020-02-09T06:15:00
Luogo
Auditorium S. Salvatore, Piazza Vittoria 11 - Martellago

QUELL'ENORME LAPIDE BIANCA

DOMENICA 9 FEBBRAIO 2020 ORE 18.15
AUDITORIUM S. SALVATORE - PIAZZA VITTORIA 11 - MARTELLAGO

In occasione del Giorno del Ricordo, il doppiatore LUCA VIOLINI ci racconterà la storia dolorosa e a lungo dimentica delle Foibe, proponendo lo spettacolo di RadioTeatro dal titolo "Quell'enorme lapide bianca", in memoria della tragedia delle genti Istriane, Fiumane, Giuliane e Dalmate.

Questo spettacolo, che ha debuttato in prima nazionale alla Camera dei Deputati nel 2009 presso la Sala della Lupa ed è stato proposto in molte città italiane tra cui Pola, è nato per dimostrare che non ci sono morti rossi, neri o azzurri, né memorie di serie A o di serie B. In ogni vergognosa pagina della storia, in ogni tipo di esecuzione o sterminio ci sono solo vittime, che sono persone. Con i loro affetti, i loro sogni, lo loro dignità. Persone che non ci sono più e che pretendono di essere ricordate per quanto di ingiusto e malvagio hanno subito.

I protagonisti di questa storia sono due amici: lo sloveno Ive e l’italiano Enrico  in una conversazione intima e privata, caratterizzata da un dialogo molto intenso. Come invoca Enrico verso la fine del testo la proposta è semplicemente quella di appoggiare un fiore rosso sulla lapide che ognuno di noi ha nel cuore. Un metaforico fiore che non è vuota celebrazione o sterile omaggio alla memoria, ma che vuole scatenare una presa di coscienza forte verso la tragedia delle genti Istriane, Fiumane, Giuliane e Dalmate, attraverso uno spettacolo che non nasce per fornire strumenti propagandistici a questa o quella parte ma che, al contrario, ci stimola a capire e ricordare.
Perché solo il ricordo può impedire che cose del genere succedano ancora.

Voce recitante: Luca Violini
Testo: Paolo Logli
Consulenza storica: Piero del Bello
Musiche originali :Gabriele Esposto
Suono e  luci: Riccardo Vitali

Ingresso libero e gratuito. La cittadinanza è invitata.


Luca Violini è una delle più importanti e note voci nel panorama del doppiaggio cinematografico, documentaristico, pubblicitario, televisivo e radiofonico nazionale.
L'artista ha creato ed elaborato una particolare forma di spettacolo, il RADIOTEATRO basato sulla rappresentazione audio-scenica di classici della letteratura mondiale e testi appositamente scritti per questo nuovo genere. Con l’essenzialità del Radioteatro, Luca Violini ci invita a riscoprire il potere dell’immaginazione attraverso i suoni, dal vivo, a teatro.

 

L'evento è promosso dall'Assessorato alla Cultura del Comune di Martellago.