Assunzioni nel Comune di Martellago

Riferimento normativo: Regolamento delle pubbliche selezioni contenuto nel regolamento di Organizzazione degli Uffici e dei Servizi.

Premessa

Le assunzioni di personale vengono programmate con deliberazione di Giunta Comunale relativa alla “Piano triennale del fabbisogno di personale” in relazione alle esigenze individuate dall’ente, dalla situazione economico-finanziaria e tenuto conto delle prescrizioni contenute nelle norme di legge  in materia assunzionale. Non sono ammesse forme di assunzione con accesso dall'esterno diverse da quelle che seguono.

Avviamento al lavoro tramite Centro per l'impiego

L’assunzione di personale di Categoria giuridica B1 (Esecutore amministrativo, esecutore tecnico specializzato) viene effettuata mediante richiesta numerica di avviamento di personale rivolta al Centro per l’Impiego che, a sua volta, pubblicizza l’offerta di lavoro e raccoglie le adesioni degli iscritti interessati al posto offerto.
Sulla base della graduatoria formata dal Centro per l’Impiego il Comune, nell’ordine di avviamento, sottopone i candidati a selezione e procede all’assunzione degli idonei in numero pari ai posti da coprire.

 

Categorie protette

Sono valide le procedure previste dalla Legge n. 68/1999 e da altra normativa speciale.

 

Concorsi pubblici

Per le categorie giuridiche B3, C, D, l’assunzione viene effettuata a seguito dell’espletamento di concorso pubblico, procedura che viene avviata con la pubblicazione di appositi bandi.I requisiti per la partecipazione ai concorsi vengono previsti, di volta in volta, dal bando che viene pubblicato all’Albo Pretorio on line e nel nostro portale dedicato Amministrazione Trasparente / Bandi di concorso
Il bando prevede, inoltre, i requisiti richiesti per l’accesso al pubblico impiego e, a seconda del tipo di posto da coprire, alcuni requisiti specifici (ad esempio, un particolare titolo di studio, il possesso di determinate categorie di patenti di guida, ecc.).
Il Servizio Risorse Umane cura il procedimento fermo restando che, all’interno dello stesso, vi è la fase della procedura selettiva in senso stretto la cui responsabilità procedimentale fa capo alla Commissione Giudicatrice. 

Normativa di riferimento
La normativa di riferimento è molto articolata ed alcuni richiami sono contenuti in molteplici fonti. Le principali norme sono contenute nel D.P.R. del 09.05.1994, n. 487 e nelle leggi di stabilità o in altre fonti che prevedono disposizioni in materia di contenimento della spesa per il personale e/o limiti assunzionali. Si deve inoltre fare riferimento al Regolamento sull’ordinamento generale degli uffici e servizi e per la disciplina delle selezioni pubbliche consultabile nella sezione Il Comune / Accesso agli atti / Regolamenti.

Il termine del procedimento concorsuale viene fissato dalla Commissione Giudicatrice e viene reso pubblico mediante affissione all’Albo Pretorio on line e nel sito internet prima dello svolgimento delle prove d’esame. Le procedure concorsuali devono comunque concludersi entro sei mesi dalla data di effettuazione della prima prova o se trattasi di selezioni per soli titoli, dalla data della prima convocazione della commissione.

Mobilità esterna

(riservata al personale già in servizio a tempo indeterminato presso una pubblica amministrazione)

I requisiti per la partecipazione alle procedure di mobilità esterna vengono previsti, di volta in volta, dagli appositi avvisi di mobilità esterna pubblicati all’Albo Pretorio on line e nel nostro portale dedicato Amministrazione Trasparente / Bandi di concorso.
Possono partecipare a tali procedure i dipendenti a tempo indeterminato di altri Enti Pubblici con categoria e profilo professionale corrispondenti o equivalenti a quello previsto da ciascun avviso.
Il Servizio Risorse Umane cura il procedimento, fermo restando che all’interno dello stesso vi è la fase della procedura selettiva, in senso stretto, la cui responsabilità procedimentale fa capo al Responsabile del Settore (interessato all’assunzione) che nomina l'apposita commissione giudicatrice.
La valutazione delle domande viene effettuata ad insindacabile giudizio della Commissione giudicatrice.  In ogni caso l’assunzione è subordinata al rilascio del nulla osta alla mobilità da parte dell’Ente di appartenenza del dipendente individuato.
Si evidenzia che l’avviso non vincola in alcun modo l’Amministrazione,  la quale può anche non procedere all’assunzione.

Normativa di riferimento

  1. Art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e Contratti Collettivi Nazionali dei vari Comparti;
  2. Norme di legge ina materia di limiti assunzionali.
  3. Regolamento sull’ordinamento generale degli uffici e servizi e regolamento per la disciplina delle selezioni pubbliche pubblicato nella sezione Il Comune / Accesso agli atti / Regolamenti.
     

Incarichi di collaborazione e consulenza a soggetti esterni all'ente

Ogni Settore del Comune, per specifiche esigenze, può affidare incarichi di collaborazione a soggetti esterni ove ne ricorrano i presupposti di legge. 
La disciplina interna è contenuta nel vigente Regolamento sull’ordinamento degli Uffici e dei Servizi.
Gli incarichi non costituiscono rapporti di lavoro subordinato.